Titti Bianchi


Vai ai contenuti

La Mia Storia

Titti Bianchi è nata senz’ombra di dubbio con la musica nel sangue,
perché fin da ragazzina comincia a destreggiarsi nel mondo della
musica leggera, e dalla natìa Salsomaggiore, approda al “Festival
degli Sconosciuti”, che Teddy Reno organizza ogni anno ad Ariccia.
E’ il 1966 e Titti, stravince quell’edizione, sperando che si spalanchino
per lei le porte del Festival di Sanremo del 1967.E’ un'appuntamento
mancato: una delusione che fa capire a Titti che i compromessi non
fanno parte del suo carattere, ma non si scoraggia e tenta altre strade.
La sua voce le dà la carica e l’entusiasmo per continuare sulla strada,
appena intrapresa: sa che prima o poi a vincere sarà LEI.
L’occasione giusta non si fa attendere molto: si lega sentimentalmente
ed artisticamente al leader di un’orchestra cremonese molto quotata
e comincia la sua fortunata avventura nel mondo delle balere, dei
dancings e delle feste di paese.Il successo è immediato e dura da
più trent’anni. Non è solo la sua voce che chiama per 20/25
serate al mese, un pubblico numeroso nei locali e nelle feste,
dove si esibisce con la sua orchestra, ma la verve, la simpatia,
la semplicità e l’affiatamento che ha con tutti i ragazzi della
sua grande orchestra.
Il suo pubblico è eterogeneo: giovani e meno giovani,
coppie stabili e clandestine, benestanti, professionisti e gente semplice,
tutti lì, pronti ad applaudire la Regina che, con un valzer, una canzone all’italiana,
una beguine o un latino-americano, gli regala qualche ora di serenità,
facendogli dimenticare gli affanni quotidiani che, purtroppo la
vita regala a tutti noi.
Vedere e ascoltare Titti in pista, è sempre un’emozione: brani come
“La mia bambina”, “Innamorata”, l’osannata “Opera” e adesso,
“Orgogliosa di te”, entusiasmano tutto il suo pubblico che, alla fine
si spella le mani per applaudirla.
Negli ultimi quindici anni, Titti ha conosciuto anche una vistosa
affermazione discografica. Ne è passato di tempo dal suo primo disco:
“La mia bambina” inciso con Sound Music International e Gaja Edizioni Musicali.
Titti ha ricambiato la fiducia della sua casa discografica, con un
clamoroso record di vendite che, l’ha portata a vincere parecchi
dischi d’oro che, farebbero l’invidia di qualsiasi cantante.
Contemporaneamente anche le Emittenti private, la RAI e i giornali
a tiratura nazionale puntano i loro riflettori sul mondo della
musica da ballo e la “Regina” è stata ospite di parecchie
trasmissioni, citandone solo alcune: “Superclassifica Show”
su Canale 5 e il “Festival delle Orchestre” presentato da Iva Zanicchi.
Il suo successo è un cocktail ben assortito di: grande talento,
carisma, professionalità, disponibilità e generosità. Una donna che ha saputo,
a dispetto di quanto spesso si dice, conciliare una vita artistica così
densa di appuntamenti ed impegni, con la vita privata.
Il suo matrimonio con Francesco è inossidabile, è una madre felice
di Alessandro e Francesca che, recentemente l’ha resa nonna.
Conoscendo bene la Regina, viene il sospetto che sotto, sotto,
la chiave del suo trentennale successo, è proprio la sua famiglia.
Una vita serena, felice, appagata, dà la carica e l’energia
per ritrovarsi quasi ogni sera fedele all’appuntamento con il pubblico.
E’ faticoso, ma l’affetto, l’applauso sincero di tutta la “sua gente”,
la ripagano e le fanno capire che la sua stella è sempre alta e luminosa nel cielo.

Una piccola intervista per conoscere meglio Titti Bianchi.

Nata a: Parma il 15 Agosto
Segno Zodiacale: Leonessa D.O.C.
Sport Preferiti: Tutti i corsi esistenti in palestra (sono un'assidua frequentatrice)
Mi piace: La buona compagnia, la buona tavola, l'allegria, fare shopping.
Non mi piace: Il rapporto con tutti i miei colleghi ( Capo Orchestra ) Maschi!!!
Esclamazione: " Ma và a girare...."
Frase celebre: " chi semina vento...raccoglie tempesta!!!.

Home Page | News | La Mia Storia | Fotografie | I Miei Ragazzi | Calendario | Audio - Video | Scrivimi | Guestbook | Stampa | News Viaggi | Contatto Orchestra | SMI Edizioni | Meteo | Facebook | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu